Maria Credidio

LINEARI VIBRAZIONI

Maria Credidio nasce a Terranova da Sibari (CS) nel 1957 ma vive e lavora a S. Demetrio Corone (CS). Al percorso di artista affianca quella di operatrice culturale; dal 2001 è presidente della Biennale d’Arte Contemporanea Magna Grecia di S. Demetrio Corone.  Dopo aver compiuto con ottimi risultati studi artistici, la Credidio, artista poliedrica e votata alla ricerca, conduce sin dai primi anni Ottanta, un’intensa e appezzata attività di sperimentazione artistica, partecipando a rassegne espositive ed eventi artistici in Italia e in Europa. Della sua pluridecennale attività si segnala nel 2001, subito dopo la tragedia dell’11 settembre, l’installazione Aquiloni da Kabul a New York alla 34° strada di Manhattan nell’ambito del progetto Pace. Nel 2011 viene selezionata per la 54° Biennale di Venezia, curata da Vittorio Sgarbi. Del 2018 è la mostra, a cura di Boris Brollo, dal titolo Maria Credidio. Abitare l’illimite, puntuale ricognizione delle sue recenti produzioni, al Museo d’Arte Contemporanea  (MACA) di Acri (CS). Ha tenuto lezioni di pittura e ceramica agli studenti della Cambridge e Harvard University. Alcune sue opere si trovano nelle collezioni permanenti di  importanti collezioni pubbliche e private.

Ad un momento storico in cui i ritmi di vita risultano sempre più frenetici e in cui la velocità caratterizza perfino il modo di comunicare, Maria Credidio risponde proponendo delle opere che invitano alla riflessione, a concedersi una pausa, lavori che vanno contemplati in assoluto silenzio, dimensione questa soffocata dall’esponenziale inflazione di notizie prodotta dagli organi d’informazione. E in un ambiente spesso popolato da aspiranti artisti in cerca di popolarità grazie a semplici “trovate”, la nostra artista oramai da decenni sviluppa in modo coerente un percorso ben studiato, frutto di una visione organica,  votato all’eleganza e improntato alla raffinatezza; nelle opere dal titolo lineari vibrazioni la Credidio, da sempre orientata a indagini di matrice minimalista, riesce a imprimere una misurata vitalità alle superfici monocrome attraverso un groviglio variabile di linee su cui scorrono rivoli di luce, capaci di indirizzare gli sguardi, in un’economia assoluta di elementi formali, scevra da ogni elemento meramente decorativo.  Mario Verre

 

LV#03,201vernicie acrilica su carta su legno cm.40x40 9
LINEARI VIBRAZIONI | Vernice acrilica su carta su legna | Cm 40x40 | 2019
LV#02,2019 vernicie acrilica su carta su legno cm.40x40
LINEARI VIBRAZIONI | Vernice acrilica su carta su legna | Cm 40x40 | 2019
LV#01,2019 vernicie acrilica su carta su legno cm.40x40
LINEARI VIBRAZIONI | Vernice acrilica su carta su legna | Cm 40x40 | 2019