Carlo Vercelli

 L’artista trova la libertà di esprimere i propri sentimenti attraverso la pittura. Il suo carattere lo porta a preferire i pennelli e le mani che definisce “i suoi strumenti primari” al posto delle parole, il che contribuisce a rendere la sua arte  piena di sfumature e di colori, caratteristica primaria delle pennellate ad olio e a tempera. Le sue opere sono un autentico diario visivo, un viaggio alla scoperta di un universo in continuo mutamento, riletto in una personale chiave espressiva. Un approccio che svela una profonda ricerca soggettiva, ma anche il desiderio di trasmettere un messaggio intimo e ricco di valori.      
Egon Schiele, Willem De Kooning e Joaquín Torrents Lladó,  sono tre artisti a cui l’artista fa riferimento per la sua  pittura.          
Le donne che spesso raffigura ci esortano a guardare oltre l’effimero lato estetico fatto di tacchi e di pose portando alla  luce verità interiori più forti di quelle vendute dalla società come assolute. “Le donne che raffiguro non sono muse. La donna è vita, colei che ti segue anche dopo la morte”. Vercelli esprime la propria interiorità e sensibilità non solo dipingendo ma facendo sgorgare sulla carta tutte le parole e i pensieri più intimi. La poesia dunque, accompagna le opere pittoriche durante le esposizioni, facendo vivere allo spettatore un coinvolgimento unico e di grande arricchimento culturale.

The artist finds the freedom to express his feelings through painting. His character leads him to prefer brushes and hands that he defines as “his primary tools” instead of words, which helps to make his art full of nuances and colors, a primary characteristic of oil and tempera brushstrokes. His works are an authentic visual diary, a journey to discover a constantly changing universe, reinterpreted in a personal expressive key. An approach that reveals a profound subjective research, but also the desire to convey an intimate message rich in values.

Egon Schiele, Willem De Kooning and Joaquín Torrents Lladó, are three artists to whom the artist refers for his painting.

The artisti often depict women who exhort us to look beyond the ephemeral aesthetic side made of heels and poses bringing to light inner truths stronger than those sold by society as absolutes. “The women I represent are not muses. Woman is life, the one who follows you even after death”. Vercelli expresses his interiority and sensitivity not only by painting but also by making all the innermost words and thoughts flow on paper. Poetry therefore accompanies the pictorial works during the exhibitions, giving the viewer a unique and rich cultural enrichment experience.

BAGNANTI | Acrilico su tela | cm 50x60 | 2014
CONSUELO | Acrilico su tela | cm 40x50 | 2014