Jean Louis Poveda

L’artista, con la sua visione scenografica presenta una Venezia caratterizzata da una forza tra cultura, luce e vestigia. Le opere, dipinte a tempera, sono immagini poetiche e suggestioni astratte di Venezia, rappresentazioni parzialmente o totalmente immaginarie conosciute con il nome di vedute ideate o capricci secondo l’espressione vasariana.
Jean Louis Poveda è nato nel 1947 a Mascara, in Africa del Nord.
Dopo aver frequentato la Scuola di Belle Arti di Montpellier e parallelamente alla sua carriera nel cinema e al lavoro come scenografo, ha consacrato la maggior parte del suo tempo alla pittura e all’incisione, spostandosi tra Parigi, Montpellier e il mar Egeo.
La sua pittura attinge la forza che la caratterizza da Venezia e dai numerosi viaggi in barca nell’est del Mediterraneo fra cultura, luce e vestigia. E’ il frutto dell’incontro di due mondi : l’immaginario mediterraneo e la poetica del mondo orientale.

The artist, with his scenographic vision presents a Venice characterized by a strength between culture, light and vestiges. The works, painted in tempera, are poetic images and abstract suggestions of Venice, partially or totally imaginary representations known as conceived views or whims according to the Vasarian expression.
The French artist Jean Louis Poveda was born in Mascara, North Africa in 1947 and the land of his childhood  – both this Mediterranean birthplace and the Sahara desert –  have had a profound influence on his work.
Since graduating from the Montpellier School of Fine Arts, he has devoted much of his time  – along with a cinéma career in scenography and production design – to painting and incision.  
Living between Paris, Montpellier and the Aegean Sea, his painting was given renewed impetus during the course of his boat trips along the east Mediterranean. Amidst this rich culture, light and suggestion, his work came to incorporate the fruit of the intersection of two worlds: Mediterranean imagery and the poetics of the East.

Le opere dell’artista Jean Louis Poveda “L’HISTOIRE FLOTTANTE DE NOE’presenti nel cuore del ghetto ebraico di Venezia trattano “La storia galleggiante di Noè” una serie di dipinti creati a seguito di Acqua Alta di un giorno nell’inverno del 2016.

Sulla Fondamenta della Misericordia, un bambino mette una barchetta di carta nell’acqua e si piega. Un grido materno suona “Noè Noè”. Questa voce fa rivivere bruscamente il diluvio di Noè e l’epopea di Noè. Appaiono quindi gli animali a bordo della piccola barca.

Per quaranta giorni ha piovuto continuamente ed è stata desolazione. Per centocinquanta giorni il pittore e Noè vagarono su un mare di segni e simboli prima di intravedere i colori. Fu infine l’abbondanza di luce e il cerchio cromatico di un arcobaleno che annunciò la rinascita di un mondo.

La colomba tornò con un ramo d’ulivo. Gli animali si sono trasformati.

Jean GIONO scrive nel suo “Noè”

Non c’era un’arca.
Ma no.
Non c’era una barca.
Né di cento, né di trecento, né di mille cubiti, 
né di cento o trecento o mille falcate;
né di qualsiasi materiale misurabile 
C’era il cuore
di Noè,

Né più né meno.
Come c’è il cuore
di ogni uomo. 

Né più né meno.
E ho detto a Noè, 

come posso dire a ogni uomo: 

fa’entrare nel tuo cuore 

tutta la carne 

che c’è nel mondo 

per tenerla in vita 

con te.

Nei dipinti “alla tempera” le cui trasparenze illuminano il blu e l’ocra, che ricordano l’iconografia bizantina, Jean Louis POVEDA racconta “Noè” con semplici immagini di coccinelle o cavallette, libellule o rinoceronti, tutti i rifugiati dell’arca. Sono la metafora poetica dell’Altro accolta nei nostri cuori in modo che non entri l’alterità.

Gabrielle TESTA

2-sauterelle
SAUTERELLE | 2020
1-camelus
Camelus | 2020
5-multitude
MOLTITUDE | 2020
4-retour-des-bartavelles
RETOURS DES BARTAVELLES | 2020
3-retour-des-colombes-
RETOUR DES COLOMBES
8-la-libellule-et-le-rhinocéros
LA LIBELLULE ET LE RHINOCEROS | 2020
7-lui-et-moi
LUI ET MOI | 2020
6-madame-noah
MADAME NOAH | 2020
13-canard-
CANARD | 2020
12-chat-gourmand
MOLTITUDE | 2020
11-envol-de-la-colombe
ENVOL DE LA COLOMBA | 2020
CONFINE GIUDECCA | Tempera su cartone | cm 25x32 | 2013
PIOMBI | Tempera su cartone | cm 39x28 | 2012
SAN DONATO | Tempera su cartone | cm 34x35 | 2012

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *