Adalberto Borioli

È nato a Milano nel 1936, ha studiato presso la Scuola d’Arte del Castello Sforzesco.
Dal 1962 il suo lavoro è stato presentato in numerose mostre in Italia e all’estero. Tra le più recenti: Istituto Italiano di Cultura (Bruxelles 2006), Biblioteca Salita dei Frati (Lugano 2008), Quindici artisti e una matita (Palazzo delle Stelline Milano 2009), Biennale dell’Incisione (Cremona 2009), Jean Cocteau a Vigoleno (2011), Il segno in Europa (Cremona 2015).        
Ha ricevuto numerosi premi sia per la pittura che per l’incisione (tra cui il premio nella II e nella VII Rassegna Nazionale dell’Incisione di Nova Milanese).     
Nel 2003 realizza un’incisione per il testo teatrale di Mario Luzi “Il fiore del dolore” edito da Archivi del ‘900 Milano.          
Numerose plaquette sono edite da “Pulcino-elefante” e “Il robot adorabile” con aforismi e poesie di vari autori accompagnate da suoi lavori.    
Le sue opere si trovano in collezioni pubbliche e private in Italia e all’estero.